AMIGA 600 /1200/cd32  e i problemi  Z222  & Z221   


AMIGA 600 /1200/cd32  e i problemi  Z222  & Z221   

Oggi parliamo dell’encoder video montato su Amiga 600 e Amiga 1200 (e ovviamente su Cd32)
Quello che vado a scrivere è in parte frutto della mia esperienza diretta e in parte preso da un sito trovato su internet, di cui darò il link in basso, dopo questo breve articolo.

 

Ho notato che il video composito di Amiga 600 spesso è di pessima qualità ma davo la totale “colpa” ai componenti chiamati condensatori, nonché al degrado dovuto alla età dei componenti in silicio.

Effettivamente un degrado dovuto alla età del componente è da mettere in conto e quindi, anche cambiando tutti i condensatori, non è detto che la qualità video torni a quella di fabbrica, ma alla fine non ci si aspetta un risultato cosi ottimale.
La cosa che abbiamo notato sia io che l’autore dell’articolo in inglese, è che questo degrado sembra peggiorare anche dopo il cambio dei condensatori e relativa pulizia da liquidi persi dai vecchi componenti.
Analizzando il circuito video si nota che usa il chip Sony CXA1145, che è comune anche in altre macchine, sia di “consumo” che di videogiochi.
Il chip in questione usa per il suo funzionamento due componenti dedicati che sono: una linea di “ritardo” e un filtro passa banda.

 

Sony CXA1145

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall’articolo notiamo che sono proprio questi ultimi a essere sospettati per i difetti strani di decadimento video nonché alcuni ritardi o sfarfallio dei colori; vediamone il perché…

Su Amiga 600 i due componenti si chiamano Z221 e Z222 e, stando alla scarna documentazione del chip Sony, si legge che il BPF dovrebbe essere intorno a 4,43 MHz per  le macchine PAL  e 3,58 MHz per NTSC, mentre le linee di ritardo dovrebbero essere sempre di 180ns per entrambi (nota : questo è corretto perché la frequenza della sotto portante del colore per il sistema PAL è appunto 4,43 MHz).

Il  punto è che la Commodore non ha usato componenti standard ma dei componenti di forma rettangolare.
La linea di ritardo è composta da 3 componenti collegati tra loro in serie, mentre il filtro passa banda è singolo.
Questo è il motivo per cui ci sono questi 4 componenti che all’apparenza sembrano uguali.

I 3 componenti Indicati dalla freccia rossa formano la linea di ritardo ( Z222 ), mentre quelli con freccia blu il componente filtro passa banda ( Z221).

Z221 e Z222

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il problema che descriviamo si manifesta in modo più marcato sempre dopo la pulizia del circuito elettrico  con vari liquidi o spray per eliminare l’elettrolitico fuoriuscito dai vecchi condensatori.
In pratica la nostra accurata pulizia ha danneggiato questi componenti, ma anche il liquido perso dai vecchi condensatori potrebbe influire.
Bisogna anche far notare che questi componenti sono aperti nella parte sottostante e non sono chiusi in modo ermetico.
A questo punto il problema sembra insormontabile perché i componenti sono custom, ma in questo ci viene in soccorso la Sony stessa che ha prodotto una versione aggiornata del DAC chiamato CXA1645.

Questo componente ha già al suo interno la linea di ritardo e il filtro passa banda e questo ci permette di non usare più quelli danneggiati ed è quasi pin compatibile con il vecchio chip.
Ma ci sono anche note dolenti: il vecchio chip ha un buffer audio interno che corrisponde ai pin 8 e 9, ma sul nuovo chip questi pin hanno altre funzioni.
Questo causa un problema; il segnale audio non passerà più nel segnale RF e quindi per avere l’audio sarà necessario collegare le prese audio posteriori ad un impianto Hi-fi
Se non si vuole perdere il segnale audio nel modulatore si deve portare il segnale audio a i pin 8 e 9.
Va anche considerato che difficilmente useremo il segnale RF per visualizzare l’Amiga sul nostro Tv, preferendo il cavo RGB.
qui sotto in dettaglio i cambiamenti rispetto al vecchio chip

CXA1645

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Colorato in ROSSO sono i pin con diverso funzionamento, come i già presi in esame pin 8 e 9.

In BLU i componenti necessari al nuovo chip

in VERDE la nuova caratteristica del chip: l’uscita S-video

Quindi per la “modifica” abbiamo bisogno di alcuni componenti che sono:

1   resistenza da 16K tolleranza 1%
2   condensatori  0,1 uF ceramici
1  resistenza da 47k tolleranza 1%

( se si desidera abilitare l’uscita S-Video, servono anche due resistenze da 75 ohm e due condensatori elettrolitici da 220uF da 6,5V )

adesso faccio vedere alcune foto della sostituzione del componente, ma ricordatevi che per queste operazioni è necessaria la strumentazione adatta e soprattutto l’esperienza necessaria per un lavoro delicato.
Se fate queste operazioni senza preparazione o strumentazione tecnica e rovinate il vostro computer, io non ne sarò responsabile.

 

In primo luogo va rimosso il CXA1145

 

Le piazzole segnate in rosso sono quelle con i pin non compatibili con il nuovo chip e quindi è necessario “isolarle” con del nastro Kapton

ecco come va orientato il nuovo chip

una volta saldato sul circuito vanno aggiunti i componenti che sono :
Resistenza da 16 K che va collegata dal pin 18 al pin 1 (GND)
Condensatore 0,1uF dal pin 13 al pin 1 ( GND)
Resistenza da 47k dal pin 13 al pin 1 ( GND)
Condensatore 0,1uf dal pin 9 al pin 1 (GND)
(nella foto mancava la resistenza da 16 K, cosi sono state usate due resistenze, una da 15 K ed una da 1 K per un totale di 16 K richieste)

 

Il risultato in composito è buono, come possiamo notare dalla foto qui sotto.

Abbiamo accennato che sarebbe possibile avere anche il segnale S-video
sui pin 18 e 15  abbiamo i segnali C out e Y out
Dobbiamo solo aggiungere i componenti : resistenza da 75 ohm e condensatore da 220uF  6,3V  per linea, cosi come  è segnato nello schema qui sotto.

 

A questo punto possiamo iniziare a introdurre quello che tutto questo studio ha inevitabilmente portato: Un kit (auto costruito e non in vendita attualmente)

Questo si basa sulle osservazioni ed il lavoro di Daniel Tufvesson, su cui ho basato queste poche righe di articolo anche io.

in pratica è stato creato un circuito da montare in modo più semplice e pulito, ma soprattutto con l’uscita S-Video già pronta.
Qui sotto lo studio per il circuito versione Amiga 600

Questo lo studio per il circuito Amiga 1200

 

E il rendering della versione finale in 3D

per montare il nuovo circuito è necessario, ovviamente, rimuovere il vecchio CHIP CXA1145 e poi installare un pettine dove in seguito si salderà il circuito sopra descritto

come si può notare anche in questo caso le saldature sono da eseguire in modo preciso e pulito, quindi anche questo lavoro non  è alla portata di tutti

qui la basetta montata sul pettine e ovviamente saldata ad esso

Il cavetto che vediamo collegato è l’uscita video S-Video

Questo kit non è in vendita ma potete chiedere al suo ideatore come realizzarlo o altre informazioni 

 

Link riferimento
http://www.waveguide.se/?article=amiga-600-video-encoder-upgrade

https://www.ikod.se/z221-z222-fix/

UN GRAZIE SPECIALE A GORI FEDERICO  !!!

 

 

 

 

Rispondi